0

Dagli archivi dello S.H.I.E.L.D. – Hulk

The Avengers Concept Art Hulk

Nome: Hulk
Altre identità: Bruce Banner
Prima apparizione: The Incredible Hulk #1, maggio 1962
Poteri: forza illimitata, potere di guarigione, capacità di respirare sott’acqua e compiere lunghissimi balzi, resistenza al controllo mentale
Gruppi: tra gli altri, Vendicatori, Difensori, Pantheon, Heroes for Hire, Nuovi Fantastici Quattro
Interpretato sullo schermo da: Mark Ruffalo

Riprendiamo le fila della nostra galleria dei protagonisti di The Avengers dopo una lunga pausa, per parlarvi del quarto membro principale del team, la montagna di muscoli verdi nota come Incredibile Hulk!

Creato da Stan Lee e Jack Kirby nel lontano 1962 – cinquant’anni fa, mica scherzi – Hulk è il mostruoso alter ego dello scienziato atomico Bruce Banner, un genio che, nel momento di testare una bomba alle radiazioni gamma, si lascia colpire in pieno dall’esplosione pur di salvare Rick Jones, un ragazzino capitato sul sito del test per caso. Nasce contemporaneamente un’amicizia (Jones sarebbe diventato uno dei comprimari più importanti del personaggio) e un supereroe atipico, a metà strada tra Frankenstein e Dr. Jekyll & Mr. Hyde. “Ho combinato Jekyll & Hyde con Frankenstein”, ricorda Stan Lee, “e ho ottenuto il mostro che volevo, che era in realtà buono, ma nessuno lo sapeva”. Una novità rispetto ai classici mostri? Neanche tanto: “Ho sempre amato il vecchio film Frankenstein. Mi sembrava che il mostro, interpretato da Boris Karloff, non fosse davvero il cattivo. Era buono, non voleva fare male a nessuno. Erano gli idioti con le torce che continuavano a inseguirlo e a farlo arrabbiare”.

Inizialmente, Hulk era grigio e riusciva a esprimersi in periodi di senso compiuto. La colorazione cambiò subito per motivi tecnici: il colorista Stan Goldberg non riusciva a rendere bene il grigio, e Lee decise di far diventare il personaggio verde. Per anni, le prime storie vennero ristampate con il colore di Hulk cambiato, ma negli anni Ottanta, con la re-introduzione dell’Hulk Grigio, si decise che, ufficialmente, Hulk era stato grigio anche nelle sue prime avventure. La serie The Incredible Hulk chiuse i battenti dopo soli sei numeri, ma Lee riutilizzò subito il personaggio come guest star in Fantastic Four, e nel 1963 ne fece uno dei membri fondatori dei Vendicatori. Intorno al 1964, dopo varie altre comparsate del Gigante di Giada in testate altrui (come The Amazing Spider-Man 14), Kirby ricevette dal dormitorio di un college una lettera, in cui gli studenti spiegavano che Hulk era stato scelto come la mascotte ufficiale. Lee e Kirby capirono così che Hulk aveva trovato il suo target tra gli studenti di college, e il mostro venne rilanciato nel numero 60 della rivista Tales to Astonish (ottobre 1964). Fu durante questo corso che vennero meglio focalizzati gli aspetti chiave di Hulk: la sua personalità infantile, la trasformazione nata da stress e rabbia, i supercattivi Leader e Abominio. Gli autori che si avvicendano su queste pagine includono Steve Ditko, Gil Kane, John Buscema e Sal Buscema ai disegni, Marie Severin, Archie Goodwin, Chris Claremont, Roy Thomas e lo scrittore di fantascienza Harlan Ellison ai testi. La rivista cambiò in seguito titolo con il numero 102, diventando The Incredible Hulk vol. 2.

Nel 1987, lo sceneggiatore Peter David prende in mano la testata e la guiderà per dodici anni consecutivi, ideando un Banner più complesso e affetto da disturbi dissociativi della personalità risalenti a prima dell’incidente che lo rese Hulk. Nelle sua mani, Hulk torna per breve tempo grigio (con l’identità del boss malavitoso di Las Vegas Joe Fixit), per poi diventare intelligente e entrare nel supergruppo Pantheon. Negli ultimi anni, Hulk è stato protagonista di due saghe fondamentale nell’Universo Marvel: Planet Hulk, che lo ha visto esiliato dai supereroi in un lontano pianeta chiamato Sakaar, di cui diventa imperatore dopo essersi fatto strada come gladiatore; e il suo sequel, World War Hulk, in cui Hulk torna sulla terra per vendicarsi degli eroi che lo hanno esiliato. La navicella che lo aveva condotto su Sakaar è infatti esplosa, uccidendo milioni di persone e la sua amata regina Caiera, incinta al momento dell’esplosione. Hulk però non sa che è stato qualcuno molto vicino a lui che ha progettato l’attentato per soffiargli il potere.

Altre famose versioni del personaggio includono quella vista nelle storie degli Ultimates, dove Hulk è grigio e cannibale, e quella della serie TV anni Settanta, interpretata da Bill Bixby e Lou Ferrigno nei ruoli di Banner (rinominato David) e Hulk. Una serie che ha fortemente influenzato la seconda avventura cinematografica del gigante verde, L’incredibile Hulk, interpretato da Edward Norton.

Diretto da Joss Whedon, The Avengers uscirà il 4 maggio 2012. Nel cast troveremo Robert Downey Jr., Chris Evans, Chris Hemsworth, Scarlett Johansson, Samuel L. Jackson, Jeremy Renner, Mark Ruffalo e Clark Gregg. Qui trovate la pagina Facebook ufficiale italiana.

sweditor